Contribuzione prevista in merito all’adesione dei lavoratori del CCNL Federmaco

In data 9 Maggio 2014,  è stato sottoscritto l’accordo che riconosce ALTEA quale Fondo Sanitario di riferimento per l’erogazione di prestazioni sanitarie e socio assistenziali ai lavoratori dei settori Cemento, Calce e Gesso.

 

Sulla base di quanto previsto dall’accordo, la contribuzione che dovrà essere versata al Fondo Altea per i lavoratori che aderiranno è pari a 13 Euro mensili di cui 11 Euro a carico dell’Azienda e 2 Euro a carico del lavoratore.

L’ adesione volontaria del lavoratore dovrà essere effettuata con la compilazione dell’apposito modulo. Il modulo, in triplice copia, una volta compilato dal lavoratore dovrà essere consegnato all’Azienda, la quale, compilata la parte di propria competenza, ne consegnerà una copia al lavoratore e ne invierà una alla sede legale del Fondo Altea, in Via Bormida, 1 00198 Roma.

L’accordo del 9 Maggio 2014 prevede che con il cedolino paga di Giugno 2014 le Aziende del settore consegneranno ai lavoratori il modulo di adesione e la brochure del Fondo Altea (mini guida alle prestazioni presente a questo indirizzo).

Le adesioni si potranno quindi raccogliere dal 1° Giugno 2014, tuttavia le contribuzioni al Fondo decorreranno dal 1° Settembre 2014.

Le Aziende, pertanto, dovranno versare le contribuzioni al Fondo Altea entro il 16 Ottobre 2014 per quei lavoratori che avessero consegnato il modulo di adesione al Fondo entro il 30 Settembre 2014. Il versamento delle contribuzioni avverrà sempre entro il giorno 16 di ogni mese relativamente al mese precedente.

Ricordiamo che con la sottoscrizione del modulo di adesione, il lavoratore interessato autorizza l’Azienda a trattenere mensilmente dalla propria busta paga il contributo a suo carico pari a 2 Euro. In base alle normative vigenti che riguardano i Fondi Sanitari registrati presso l’apposita anagrafe al Ministero della Salute, sulle contribuzioni versate vi è una deduzione fiscale fino ad un massimale di 3.615,20 Euro l’anno. Le Aziende dovranno comunque versare all’INPS un “contributo di solidarietà” pari al 10% delle contribuzioni, a proprio carico, versate nel mese.

La procedura che le Aziende dovranno osservare per il versamento delle contribuzioni è molto semplice ed è contenuta nel Regolamento del Fondo, consultabile e scaricabile da QUI. Con il bonifico delle contribuzioni che, come si è detto dovrà essere operato entro il 16 di ogni mese (le coordinate bancarie per il bonifico sono sul Regolamento), le Aziende dovranno anche inviare al Fondo l’anagrafica con i nominativi dei lavoratori iscritti da mettere in copertura. L’anagrafica è un tracciato excel che si potrà trovare sulla parte del sito web del Fondo riservata alle Aziende ed ai consulenti. Una volta registrati sul sito, Aziende o Consulenti potranno accedere al tracciato, compilarlo (c’è una legenda che agevola questo compito) ed inviarlo, on line tramite il sito oppure tramite posta elettronica agli indirizzi del Fondo fondoaltea@pec.it o info@fondoaltea.it .

Per evitare anomalie contributive, è importante che il bonifico corrisponda sempre all’anagrafica dei lavoratori da mettere in copertura. Se per un mese di riferimento non ci sono modifiche nelle adesioni dei lavoratori (cancellazioni o nuove adesioni), le aziende potranno fare solo il bonifico senza inviare l’anagrafica. Attenzione: in caso di anomalie contributive e soprattutto per ritardati o mancati versamenti della contribuzione, i lavoratori interessati non verranno messi in copertura, perdendo così le prestazioni di cui hanno diritto. Il Regolamento del Fondo prevede una procedura per il recupero degli eventuali crediti dell’iscritto dovuti a ritardati o mancati versamenti.

Per quanto concerne le prestazioni offerte dal Fondo (vedi mini-guida e Guida al piano sanitario che a giorni verrà postata sul sito web), Altea prevede 3 mesi di cosiddetta carenza; ovvero, facendo un esempio, se un lavoratore si iscrive a Settembre 2014 l’azienda verserà la contribuzione entro il 16 di Ottobre ma il lavoratore potrà accedere alle prestazioni a far data dal 1° dicembre 2014. In realtà l’iscritto non perderà prestazioni perché al momento delle dimissioni o in caso di licenziamento avrà diritto a ulteriori 3 mesi di prestazioni. Per le modalità di accesso alle prestazioni si consiglia di esaminare attentamente la guida al piano sanitario.

 

Per qualsiasi informazione o per dubbi interpretativi vi preghiamo di contattare il Fondo, tramite E Mail oppure telefonando ai numeri che troverete sul sito, relativi alla nostra sede operativa.

 

I NOSTRI CCNL

LAPIDEI E INERTI

  • Marmomacchine e Anepla
  • Aniem/Anier Confimi
  • Confapi Aniem

prosegui >

LEGNO, SUGHERO, MOBILE, ARREDAMENTO, BOSCHIVI, FORESTALI E MANIGLIE

  • Federlegno Arredo
  • Unital Confapi
  • Confimi Legno
  • Maniglie

prosegui >

LATERIZI E MANUFATTI CEMENTIZI

  • Andil Assobeton
  • Aniem/Anier Confimi
  • Confapi Aniem

prosegui >

CEMENTO, CALCE E GESSO

  • Federmaco
  • Aniem/Anier Confimi
  • Confapi Aniem

prosegui >