Chi siamo

Altea è il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore legno industria e dei settori industriali dei materiali da costruzione (cemento, calce e gesso – lapidei e inerti – laterizi e manufatti).

Il Fondo Sanitario ALTEA è stato costituito dalla Feneal-Uil, dalla Filca-Cisl e dalla Fillea-Cgil.

Il Fondo Sanitario Integrativo, denominato Altea (Altea è una pianta officinale), è stato costituito nel Gennaio del 2012 per volontà delle Federazioni Nazionali Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. L’obiettivo delle tre Organizzazioni era quello di strutturare un Fondo Sanitario, in grado di erogare prestazioni sanitarie integrative e sociosanitarie per i lavoratori degli “impianti fissi” (legno e materiali da costruzione) della Categoria.

Il Fondo, costituito sulla base della normativa prevista dal D.M. 27 Ottobre 2009 del Ministero della Salute (con l’obbligo di iscrizione presso l’apposita Anagrafe dello stesso Ministero), ha come Soci le stesse Federazioni Nazionali che l’hanno costituito. I Soci, pariteticamente, hanno nominato i Componenti l’Assemblea dei Delegati. Gli Aderenti di Altea sono i lavoratori ai quali si applichino i CCNL sottoscritti dalle parti sindacali rappresentate dai Soci e nei quali si preveda l’assistenza sanitaria integrativa e l’esplicito riconoscimento del Fondo Altea.

Sono Organi del Fondo Altea : l’Assemblea dei delegati (formata da 12 componenti); il Consiglio di Amministrazione (formato da 6 componenti); il Collegio dei Sindaci (formato da 3 componenti effettivi); il Presidente; il Vice Presidente.

La sede del Fondo Altea è in Via Cavour 147, 00184 Roma.

Per esercitare le proprie funzioni, sulla scorta degli obiettivi sociali, il Fondo Altea si avvale di alcuni fornitori, scelti dopo l’espletamento di una gara, gestita sulla base di appositi “inviti ad offrire” predisposti dal Fondo. Attualmente, il fornitore dei “Piani sanitari” è la Compagnia di Assicurazione Unisalute che fa parte del Gruppo Unipol, mentre il gestore amministrativo è la Società Cassagest di Roma.

Il funzionamento del Fondo, soprattutto per quanto riguarda la parte operativa delle erogazioni delle prestazioni, è normato dal Regolamento, sulla scorta delle disposizioni statutarie ed in base alle disposizioni legislative vigenti che regolano la gestione dei Fondi Sanitari.

                                                               Presentazione Fondo sanitario Altea 

Settori coperti da Altea

CCNL che hanno riconosciuto Altea

  • Marmomacchine e Anepla
  • Aniem/Anier Confimi
  • Confapi Aniem

  • Federlegno Arredo
  • Unital Confapi
  • Confimi Legno
  • Maniglie

  • Andil Assobeton
  • Aniem/Anier Confimi
  • Confapi Aniem

  • Federmaco
  • Aniem/Anier Confimi
  • Confapi Aniem

News
News

Due coperture aggiuntive per gli iscritti Legno Arredo Industria (CCNL Federlegno)

A far data dal 1° Ottobre 2018, gli iscritti ad Altea a cui viene applicato il CCNL Legno Arredo Industria (stipulato da Federlegno con Feneal Filca Fillea) avranno due coperture assicurative aggiuntive rispetto al piano sanitario “Plus” che già viene offerto per loro dal 1°Gennaio 2018.

Si tratta di una copertura assicurativa concordata con UnipolSai per i casi di infortunio, professionale o extraprofessionale, e una copertura assicurativa concordata con PosteVita per quanto concerne i casi di non autosufficienza (LTC).

La polizza “Infortuni” prevede delle indennità per quanto concerne i ricoveri a causa di infortunio; indennità in caso di invalidità superiore al 50% causata da infortunio; indennità in caso di morte a causa di infortunio; rimborsi per spese funerarie (sempre per decessi a causa di infortunio).

La polizza “LTC”  prevede una rendita mensile qualora l’iscritto possa certificare lo stato di “non autosufficienza”, cioè l’incapacità di svolgere almeno 3 delle seguenti attività della vita quotidiana:
  • Non poter mantenere la propria igiene personale autonomamente;
  • Non essere in grado di indossare e togliersi gli abiti;
  • Non poter mangiare e bere in modo autonomo;
  • Non essere in grado di deambulare.
Per ulteriori informazioni clicca QUI

Rinnovo CCNL Lapidei PMI Confapi – Aniem

Fondo Altea comunica che è stato rinnovato il CCNL Lapidei PMI Confapi-Aniem. Il contratto dispone che, a far data da Ottobre 2018 la contribuzione mensile da versare al Fondo viene fissata a 10,00 €.. Ricordiamo che la contribuzione è a completo carico delle aziende e deve essere effettuata per tutti i dipendenti in forza. Per effetto dell’incremento della contribuzione (fino a Settembre 2018 è pari a 8 €. Mensili), i lavoratori a cui viene applicato questo CCNL, a decorrere dal 1 Gennaio 2019, usufruiranno del Piano Sanitario “Standard”, disponibile sul sito web di Altea.

Aggiornamento versamenti CCNL Laterizi e Manufatti PMI Confapi

Fondo Altea comunica che, sulla base delle disposizioni contrattuali vigenti, la contribuzione dovuta al Fondo per le imprese che applicano il CCNL Laterizi e Manufatti PMI Confapi, a decorrere da Ottobre 2018 sarà pari a 10 €. (4 €. in più della precedente quota che era pari a 6 €.). Ricordiamo che la contribuzione è a completo carico delle aziende e deve essere effettuata per tutti i dipendenti in forza. Per effetto dell’incremento della contribuzione i lavoratori a cui viene applicato questo CCNL, a decorrere dal 1 Gennaio 2019, usufruiranno del Piano sanitario “Standard”, disponibile sul sito web di Altea.

Richieste di rimborso incomplete

Si informano gli iscritti che le richieste di rimborso pervenute al Fondo, a mezzo posta o per email, incomplete della documentazione necessaria (modulo richiesta rimborso compilato e firmato, fotocopia della prescrizione medica, fotocopia dei ticket e/o delle fatture, fotocopia della cartella clinica completa), potranno essere integrate, per posta o per email, nei seguenti termini: 30 giorni effettivi dalla data di ricezione da parte del Fondo per i rimborsi ordinari (ticket e fatture) 60 giorni effettivi dalla data di ricezione da parte del Fondo per le cartelle cliniche. Scaduti i termini sopra indicati, la richiesta di rimborso incompleta sarà annullata. Gli iscritti saranno quindi tenuti a rinviare al Fondo per intero tutta la documentazione. Si ricorda che la documentazione delle richieste di rimborso (ticket, prescrizioni mediche, fatture, cartelle cliniche) deve essere inviata in fotocopia e che i documenti in originale non saranno restituiti.